IL PERCORSO DI VISITA ALLA PIEVE DI SAN BARTOLOMEO

Percorso alla visita

Il percorso proposto per la  visita alla Pieve di San Bartolomeo parte dal centro storico di Bornato per giungere al Castello e alla Villa Orlando. Da qui, attraverso l’antica strada bassa del Castello si giunge fino alla Pieve. Dalla Pieve si ritorna alla Parrocchiale per ammirare gli affreschi visibili anche nella Chiesa Cimiteriale. Presso la Pieve è stata realizzata un’ esposizione iconografica  con pannelli che accompagnano il visitatore attraverso le fasi storiche del sito.

Nella Chiesa parrocchiale e nei punti informativi per il noleggio delle audio video guide, sono stati collocati totem provvisti di monitor che trasmettono filmati descrittivi in lingua italiana ed inglese inerenti le tematiche del percorso. Inoltre, è stata predisposta una segnaletica logistica numerata, in immagine coordinata, per tutto il percorso di visita.

Bornato

Dolci colline, ville patrizie, castelli di pietra, pievi e monasteri, vigneti in ogni dove.

È la Franciacorta, il regno del vino, la terra delle bollicine. Qui le uve danno vita a prodotti d’eccezione.

Franciacorta, cioè terra esente da alcuni dazi, ricca di insediamenti monastici impegnati nella preghiera, nella diffusione del cristianesimo e nella bonifica della terra.

A Cazzago San Martino sorge il sito di Santa Giulia, il luogo di un antico monastero cluniacense.

A Rodengo Saiano sorge il grande monastero olivetano di San Nicola.

Dal castello merlato di Passirano alle pietre romaniche del priorato di San Pietro di Provaglio, dalla pieve romanica di Erbusco a quella di Iseo.

Poi, tornando a Bornato, la pieve di San Bartolomeo, raro esempio di stratificazione storica.

Sono testimonianze d’antichi splendori per itnerari spirituali e culturali di rara bellezza.

la pieve di san bartolomeo

credits Cheleo Multimedia Regione Lombardia - Cultura